Bonus facciate – Novità della L. 160/2019 (legge di bilancio 2020)

I co. 219 – 221 dell’art. 1 della L. 160/2019 (legge di bilancio 2020) introducono il nuovo “bonus facciate”. Con riguardo a tale incentivo fiscale, sono molti gli aspetti in relazione ai quali si auspica saranno al più presto forniti chiarimenti ufficiali. L’agevolazione consiste in una detrazione dall’imposta lorda pari al 90% per:
– le spese documentate e sostenute nell’anno 2020;
– gli interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna;
– gli edifici ubicati in zona A o B ai sensi del DM 2.4.68 n. 1444.
Considerato che la norma contenuta nel co. 219 parla genericamente di “facciata esterna degli edifici esistenti”, la detrazione del 90% dovrebbe spettare anche se le facciate non riguardano i condomìni (ma anche, ad esempio, le ville private e le villette a schiera) ed a prescindere dalla categoria catastale dell’immobile.

È introdotta una nuova detrazione dall’imposta lorda pari al 90% per:
– le spese documentate e sostenute nell’anno 2020;
– gli interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna;
– gli edifici ubicati in zona A o B ai sensi del DM 2.4.68 n. 1444.
La nuova agevolazione riguarda – come osserva lo Studio Gazzani – soltanto gli interventi sulle strutture opache della facciata, su balconi o su ornamenti e fregi.
Rientrano tra gli interventi agevolati quelli:
– di sola pulitura;
– di sola tinteggiatura esterna (sono inclusi, quindi, detti interventi di manutenzione ordinaria).
Con riguardo alle spese sostenute nell’anno 2020 per i suddetti interventi, la detrazione compete nella misura del 90%, senza limite di spesa, e deve essere ripartita in 10 rate annuali.

A Vostra disposizione per informazioni e chiarimenti

Share