Limiti all’utilizzo del denaro contante – Novità del DL 124/2019

L’art. 49 co. 3-bis del DLgs. 231/2007, come inserito dall’art. 18 co. 1 lett. a) del DL 26.10.2019 n. 124, prevede un progressivo abbassamento del limite all’utilizzo del denaro contante verso quota 999,99 euro, dagli attuali 2.999,99 euro. In particolare:
– l’importo limite di 999,99 euro varrà dall’1.1.2022;
– dall’1.7.2020 al 31.12.2021, invece, varrà l’importo limite di 1,999,99 euro.
Ciò si riflette sulla disciplina sanzionatoria. Infatti, è disposto che:
– per le violazioni commesse e contestate dall’1.7.2020 al 31.12.2021, il minimo edittale sarà pari a 2000 euro (dagli attuali 3.000);
– per le violazioni commesse e contestate a decorrere dall’1.1.2022, il minimo edittale sarà ulteriormente abbassato a 1000 euro (cfr. l’art. 63 co. 1-ter del DLgs. 231/2007, come inserito dall’art. 18 co. 1 lett. b) del DL 124/2019).
Nessuna novità, invece, è apportata all’obbligo (anche) dei professionisti di comunicare alle competenti Ragionerie Territoriali dello Stato le violazioni all’uso del contante delle quali dovessero venire a conoscenza nell’esercizio della propria attività; con il paradosso che, in futuro, chi ometterà di comunicare l’infrazione rischierà di essere punito con maggiore severità di chi ha commesso l’infrazione.

Grazie dell’attenzione

Cordialmente

Massimo Gazzani

Share