Determinazione del valore dell’usufrutto e delle rendite – Aggiornamento dei coefficienti – Tasso di interesse legale dello 0,05% – Effetti (DM 19.12.2019)

Il DM 20.12.2019 ha adeguato i coefficienti per la determinazione dei diritti di usufrutto, uso e abitazione e delle rendite o pensioni al nuovo asso di interesse legale, elevato allo 0,05% dal DM 12.12.2019, con decorrenza dall’1.1.2020.
I coefficienti rilevano ai fini della determinazione dell’imposta di registro (art. 46 co. 2 del DPR 131/86), delle imposte sulle successioni e donazioni (art. 17 co. 1 del DLgs. 346/90), delle imposte ipotecaria e catastale (artt. 2 co. 1 e 10 del DLgs. 347/90), nonché delle imposte sui redditi (così la ris. Agenzia delle Entrate n. 188/2009).
In particolare, il DM 20.12.2019 ha fissato nella misura di 2000 il coefficiente per la determinazione delle rendite e delle pensioni, ai sensi degli artt. 46 co. 2 del DPR 131/86 e 17 co. 1 del DLgs. 346/90; inoltre, il decreto ha sostituito il prospetto dei coefficienti allegato al DPR 131/86 per la determinazione del valore del diritto di usufrutto a vita e delle rendite o pensioni vitalizie.
I nuovi valori si applicano:

  • agli atti pubblici formati dall’1.1.2020;
  • agli atti giudiziari pubblicati o emanati dall’1.1.2020;
  • alle scritture private autenticate dall’1.1.2020;
  • alle scritture private non autenticate presentate per la registrazione dall’1.1.2020;
  • alle successioni apertesi dall’1.1.2020;
  • alle donazioni fatte dall’1.1.2020.

Lo Studio Gazzani è a Vostra disposizione per ulteriori informazioni e chiarimenti, ricordando che nelle trasmissioni ereditarie oltre il 90% dei casi si applica il Codice Civile, ma prevenire è sempre possibile e migliora le soluzioni.

Con lo @StudioGazzani si può fare

#imposte #tax #successioni #aziende

Share