Fisco, scatta l’obbligo della fattura elettronica

Con il nuovo anno scatta per i titolari di partita Iva l’obbligo della fatturazione elettronica.

A prevederlo è il Fisco Italiano  in occasione dell’entrata in vigore della nuova normativa che prevede l’addio alla vecchia fattura cartacea che viene integralmente sostituita da quella in formato elettronico. Quest’ultima viene prodotta in formato digitale e inviata al cliente attraverso il Sistema di interscambio (Sdi) il quale emette a sua volta la “ricevuta di recapito”, che rappresenta la garanzia che il documento è stato ricevuto. I dati obbligatori da riportare nella fattura elettronica – ricorda Massimo Gazzani – restano gli stessi delle fatture cartacee. L’unica informazione aggiuntiva è la necessità di avere l’indirizzo telematico del cliente al quale inviare la fattura.

La novità interessa circa 2,8 milioni di Contribuenti – Aziende Arti e Professioni – e per aiutarle ad adeguarsi lo Studio Gazzani  ha predisposto un apposito team dedicato,  che offre già da ora la gestione digitalizzata delle fatture integrata con l’intero ciclo attivo della contabilità d’impresa facilitata da un programma avanzato che consente di monitorare prodotti, listini e clienti direttamente da pc e tablet.  Nei primi sei mesi di applicazione –  continua Massimo Gazzani – la normativa ha previsto un avvio soft con le fatture elettroniche che dovranno essere predisposte entro la scadenza della liquidazione periodica dell’Iva (che sia mensile o trimestrale). Nei sei mesi successivi la fattura potrà essere emessa e trasmessa allo Sdi entro dieci giorni dall’operazione. Anche le sanzioni saranno ridotte al minimo nel primo periodo di applicazione.

Dall’obbligo dell’emissione digitale – conclude Massimo Gazzani – sono parzialmente esonerati alcuni contribuenti che hanno un volume d’affari inferiore ai 65.000 euro con alcune particolari caratteristiche.

Lo Studio Gazzani è a Vostra disposizione

Grazie dell’attenzione

Cordiali e digitali saluti

Massimo Gazzani

Share