L. 81/2017 (c.d. Jobs Act autonomi) – Pubblicazione in G.U.
Sulla G.U. 13.6.2017 n. 135 è stata pubblicata la L. 22.5.2017 n. 81, altrimenti nota come “Jobs Act dei lavoratori autonomi”, a tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale e sull’articolazione flessibile dei tempi e luoghi di lavoro per i lavoratori subordinati (c.d. “lavoro agile”).
In particolare, la L. 81/2017 introduce:
– tutele per i rapporti contrattuali con il prestatore d’opera (ad es. l’abusività di clausole che prevedano termini di pagamento superiori a 60 giorni);
– maggiori garanzie a tutela della gravidanza, della malattia e dell’infortunio dei lavoratori autonomi che prestino la loro attività in via continuativa per un committente, in modo che tali eventi non comportino l’estinzione del rapporto se l’astensione dal lavoro non supera 150 giorni;
– una delega in materia di sicurezza e protezione sociale per i professionisti iscritti agli albi;
– l’ampliamento delle prestazioni di maternità e malattia per i lavoratori iscritti alla Gestione separata;
– la stabilizzazione della DIS-COLL;
– norme per il trattamento delle spese sostenute dal professionista per vitto e alloggio addebitate al cliente, di quelle sostenute direttamente dal committente, nonché disposizioni in tema di deducibilità delle spese di formazione;
– una nuova modalità di prestazione dell’attività lavorativa subordinata, il c.d. “lavoro agile”, in base alla quale la prestazione viene resa in parte all’interno dei locali aziendali e in parte all’esterno, senza una postazione fissa.
Grazie dell’attenzione
Cordialmente
Massimo Gazzani
Share