Esonerate dallo SPESOMETRO agenzie di viaggio e commercianti al minuto

Con il provvedimento del 6 aprile 2017 l’Agenzia delle Entrate elimina l’obbligo anche per le Amministrazioni pubbliche e autonome
È stato pubblicato ieri, 6 aprile 2017, il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate che ufficializza quanto l’Agenzia stessa aveva anticipato lo scorso 24 marzo con un apposito comunicato stampa sulle semplificazioni in materia di spesometro per il 2016, ultima annualità per la quale questo travagliato adempimento troverà applicazione nella sua versione annuale.

In realtà, questa formalizzazione risulta monca. Il comunicato stampa, infatti, era intervenuto su cinque fronti: Amministrazioni pubbliche, dati già trasmessi al sistema Tessera Sanitaria, operazioni black list, commercianti al minuto e agenzie di viaggio. Il provvedimento del 6 aprile 2017, invece, si limita a regolare tre di queste fattispecie (Amministrazioni pubbliche, commercianti al minuto e agenzie di viaggio), non disciplinando invece le due rimanenti, per le quali ci si dovrebbe quindi affidare a quanto scritto nel comunicato stampa, che spesso per lo spesometro è assurto a fonte primaria di diritto.

Nel dettaglio, si conferma che per le Amministrazioni pubbliche e per le Amministrazioni autonome vige un regime di esclusione totale, che le operazioni siano documentate o meno da fattura elettronica.

Non vi è definizione per lo spesometro: ogni anno cambia e modifica, forse è meglio  abolirlo

#sipuòfaredipiù

@StudioGazzani

@mgazzani

 

Share