La scorsa settimana abbiamo partecipato al festeggiamento di 50 anni di un’Azienda Cliente.

È importante festeggiare l’anniversario per un’azienda perché si sottolinea un traguardo raggiunto. E non importa se si celebra solo la prima decina di anni di attività. Che siano dieci o cinquanta, a maggior ragione se si raggiunge il secolo di vita, questo momento importante va condiviso e festeggiato con coloro che, a vario titolo, hanno vissuto l’azienda e che ne fanno parte. Può diventare uno strumento valido per motivare chi s’impegna ogni giorno , in più regala un senso di appartenenza ed è un importante momento di condivisione e di comunicazione: molte volte in queste occasioni le aziende si rinnovano e danno il via a un nuovo inizio, presentando qualche nuovo investimento, un nuovo prodotto, che può così caratterizzare l’evento.

La capacità dell’imprenditore è quella di sapere coniugare innovazione e tradizione: è il vero segreto.

Molto spesso innovazione e tradizione sono considerati due concetti antitetici, i quali non rappresentano soltanto due estremi di un concetto ideologico, ma due modi diversi di guardare il mondo.

Da un lato, tradizione significa l’essere legati a dei modelli culturali, comportamentali e professionali, che si sono sviluppati all’interno di una determinata realtà e che sono stati tramandati nel corso del tempo. Sostanzialmente, essere legati alla tradizione significa restare fedeli a ciò che è stato fatto e sviluppato nel passato, utilizzando modi, valori, talenti e metodi che sono già stati sperimentati ed usati in precedenza.

Dall’altro lato, innovare significa aprirsi al futuro, attraverso l’invenzione e l’adozione di nuovi modelli comportamentali e professionali, introducendo nella società e nel sistema economico, nuove attività, nuovi investimenti, o prodotti, oppure migliorare quelli già esistenti, senza essere troppo visionari.

Tuttavia, da quest’ultima affermazione si deduce che tradizione e progresso non devono essere necessariamente visti come due concetti opposti, ed in effetti, quando si innova, non si crea qualcosa di completamente nuovo, ma si rinnova, quindi si mantiene, si porta avanti e si rinnovano, i presupposti della tradizione ma in una chiave innovativa. Ciò permette di affermare l’esistenza di un rapporto tra i due concetti.

Lo Studio Gazzani non è solo spettatore di questo percorso, ma può essere il Vostro Consulente Aziendale.