Contributo a fondo perduto per imprese e lavoratori autonomi – Novità del DL 34/2020 (DL “Rilancio”) – Istanza – Bozza di modello e istruzioni

Con riferimento alla bozza del modello e delle relative istruzioni per la richiesta del contributo a fondo perduto di cui all’art. 25 del DL 34/2020, che dovrà essere presentato all’Agenzia delle Entrate entro 60 giorni dalla data di avvio della procedura telematica, la trasmissione telematica dei dati contenuti nell’istanza può avvenire mediante l’applicazione desktop telematico o il servizio web disponibile nell’area riservata del sito dell’Agenzia delle Entrate.
Nel caso in cui l’ammontare del contributo sia superiore a 150.000,00 euro, il modello firmato digitalmente deve essere inviato tramite PEC.
Tra le indicazioni contenute nelle bozze di istruzioni, si segnalano le seguenti:
– il contributo non spetta nel caso in cui la partita IVA del richiedente sia stata attivata dopo il 30.4.2020, poiché la norma stabilisce che il contributo è finalizzato a sostenere i soggetti colpiti dall’emergenza epidemiologica;
– nel modello occorre barrare la casella corrispondente alla soglia di ricavi/compensi 2019. Ai fini della determinazione di tale soglia, occorre fare riferimento ai campi della dichiarazione dei redditi 2020 (relativa al 2019), riportati in una tabella nelle istruzioni.

Lo Studio Gazzani è a disposizione per raggiungere l’obiettivo del Contribuente/Azienda, e superare tutte le difficoltà burocratiche e tecnologiche, che ci saranno (vedere Inps), anche perchè il soggetto Erogatore è l’Agenzia delle Entrate.

Share