Spese di ricerca e sviluppo – Informativa di bilancio (nota Min. Sviluppo economico 14.2.2017 n. 50195). Nei conti d’ordine.
Il Ministero dello Sviluppo economico, nella nota 14.2.2017 n. 50195, ha fornito alcuni chiarimenti sulle informazioni che le start up innovative devono rendere in sede di bilancio, in relazione alle novità apportate dal DLgs. 139/2015.
In particolare, le start up innovative, in merito al requisito delle spese in ricerca e sviluppo sostenute, potranno presentare il bilancio con le modalità semplificate previste per le microimprese, riportando le informazioni richieste dalla normativa in calce allo Stato patrimoniale (art. 25 co. 2 lett. h) n. 1 del DL 179/2012), ovvero nei conti d’ordine.
D’altro canto, l’Autore segnala che, con il parere n. 361851/2016, il Ministero dello Sviluppo economico aveva sostenuto in un primo momento una tesi contraria, ritenendo necessaria una puntuale indicazione nella Nota integrativa delle spese in ricerca e sviluppo. Secondo la posizione del Ministero, ad oggi dunque superata, non trovavano applicazione le disposizioni di cui al DLgs. 139/2015 qualora la start up volesse avvalersi di tale requisito.
I conti d’ordine sono così rivitalizzati. Nuove informazioni per le microimprese, con lo Studio Gazzani
Grazie dell’attenzione
Massimo Gazzani
Share